• Trekking

  • Speleologia carsica

  • Speleologia urbana

  • Storia ed archeologia sotterranea

  • Ricerche

Calendario eventi

<<  Giugno 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

LogIn

Chi è online

Abbiamo 173 visitatori e nessun utente online

Statistiche

Utenti
66
Articoli
1694
Web Links
30
Visite agli articoli
2382452

Ultimi commenti

In bocca al lupo per questa nuova avventura. Conoscendovi so...
Antonio, nostro amico, ne ha individuato ancora un altro su ...
NeandertalMobile - Commented on Vandali al Tempio della Notte in Joomla Article
Andate a darci un occhio dentro perché mi viene il dubbio ch...
Vedere prima la meraviglia e poi la felicità negli occhi di ...

Ultime notizie

IMAGE Pagaiando lungo la costa e tra le grotte marine di Posillipo
Lunedì, 26 Giugno 2017
Sabato 1 luglio - In canoa bordeggiando la costa di Posillipo Per sabato 1 luglio riproponiamo l'escursione marina in canoa che non siamo riusciti a portare a termine nell'ultimo weekend. Ecco i dettagli: Per il prossimo sabato riproponiamo l'idea di fare un giro in canoa lungo la costa di Posillipo che va da Riva Fiorita (via Ferdinando Russo) al Capo di Posillipo (baia di Trentaremi). La canoa si prenderebbe a noleggio (costo 10,00 euro a persona) a Riva Fiorita alle ore 14:00 e si rientrerebbe la sera tra le 18:00 e le 20:00. Le canoe possono essere noleggiate singole o doppie (uno o due posti) e vanno prenotate entro la mattina di sabato. Il programma prevede la pagaiata lungo la costa con soste a piacere per riposarsi e fare il bagno godendo della bellezza di questo mare con una puntata alle grotte marine di Trentaremi. L'appuntamento è previsto per le ore 13:00 - 13:30 direttamente sul posto alla scogliera di Riva Fiorita. La macchina va parcheggiata in via Posillipo dove in direzione del Capo di Posillipo (pressi cinema Posillipo) ci sono ampie possibilità di parcheggio senza le strisce blu. Maggiori dettagli e la volontà di aggregarsi all'escursione, che ricordiamo gratuita ed organizzata tra amici, possono essere espressi sulla pagina di Facebook dedicata alle escursioni organizzate da Napoli Underground. La trovate a questo link: In canoa bordeggiando la costa di Posillipo Read More...
IMAGE LA FORESTA DI CUMA SI TRASFORMA NEL MONDO DELLE FATE
Mercoledì, 21 Giugno 2017
LA FORESTA DI CUMA SI TRASFORMA NEL MONDO DELLE FATE Le voci del Solstizio: richiami ancestrali che fanno eco al nostro io più interno per riportarci al risveglio di coscienze ormai dimenticate. Un viaggio attraverso paradisi nascosti e mondi che troppo spesso vengono lasciati a sopire al di là del velo. La notte del solstizio d’estate, il 21 Giugno, è da sempre, in letteratura e musica oggetto di racconti fantastici e canzoni di tempi antichi e da tutti è cantata come il momento in cui il velo che divide i mondi si assottiglia fino a scomparire e, senza accorgersene, si può accedere al mondo delle fate. Per una notte all’anno il piccolo popolo decide di svelarsi e concedere agli umani un pò della sua divina... bellezza e fatata magia. In questo spettacolo scritto e diretto da Livia Berté il pubblico compirà un vero e proprio viaggio nel mondo delle fate. Attraverso il cammino sacro alcuni spiriti guida condurranno gli spettatori nel punto del bosco che accoglie gli essere dell’altro mondo, e dopo aver esperienziato tutte caratteristiche di questo regno fatato, abituando la vista all’imbrunire, rendendo proprio gli odori di un mondo diverso e assaporando i gusti che le fate offrono ai loro prescelti per permettere di restare nel loro regno, assisteranno, come graditi e prescelti ospiti alla festa che il re e la regina delle fate organizzano nella notte più bella d’estate. Tutte le musiche che accompagneranno la festa delle fate vengono eseguite dall’arpista Gianluca Rovinello. A impersonificare nello spettacolo il re e la regina delle fate Chiara Falanga e Francesco Iodice. Danzatrici fatate del bosco Miriam Altomonte e Luisa Leone. Voce e Flauti Livia Berté. La piece teatrale che comprende performance di musica, teatro, danza ed arti aeree (trapezio e tessuto) avverrà il 21 Giugno presso la rassegna Premonizioni. Ingresso previsto dalla Foresta Regionale di Cuma (Bosco delle Lucciole) alle ore 20.15 Il costo previsto del biglietto è di 12 euro. Per coloro che desiderassero visitare l'antro della Sibilla sarà prevista una visita guidata del sito alle ore 19, con una guida apposita, con un biglietto aggiuntivo di quattro euro. Gli spettatori verranno poi scortati all'ingresso della foresta. Per questi è prevista una riduzione del biglietto dello spettacolo che verrà a costare solo 10 euro. Si prega il gentile pubblico di arrivare in orario per permettere una scorrevole riuscita della esibizione. Per info e prenotazioni chiamare i numeri:3914143578/3334666597/3926866064 O scrivere a:losguardochetrasforma@gmail.com Click sull'immagine per ingrandire Read More...
IMAGE Annuncio di vendita libri a tematiche speleologiche
Lunedì, 19 Giugno 2017
Sulla lista di speleo.it è comparso questo annuncio di vendita libri a tematiche speleologiche che giriamo a tutti gli interessati: "Buongiorno liste! volevo segnalarvi che vendo una certa quantità di libri doppi.... alcuni sono vere chicche, ad esempio vi segnalo una copia del miticissimo Timavo di Boegan del 1938 (la 4° copia che trovo in 40 anni di collezionismo...!!). Pregevole anche una raccolta completa di Speleologia dal n.1 al 32 + il 49 e il 65. Questo vuol dire che c'è anche l'incredibilmente raro numero...9!!!! E che dire dell'imperdibile Manuale di Speleologia edito da SSI e Longanesi?? Per vedere tutti i libri in vendita e relativi prezzi aprite questa pagina di Facebook (si può vedere anche senza essere iscritti) https://www.facebook.com/Speleolibri-1018103291624409/. Per qualsiasi informazione contattatemi in privato. Buone grotte! Alberto" Read More...
IMAGE Oasi della “Montagna di Sopra” - Pannarano Domenica 25 Giugno 2017 "Welcome Summer”
Domenica, 18 Giugno 2017
Oasi della “Montagna di Sopra” - PannaranoDomenica 25 Giugno 2017"Welcome Summer” l solstizio d’estate è il momento dell’anno nel quale il Sole raggiunge il punto più settentrionale della sua corsa apparente nel cielo, segnando l’inizio della stagione estiva e costituendo il giorno in cui si hanno il massimo di ore di luce. Noi vogliamo dare il benvenuto alla nuova stagione, dedicando l'intera giornata di domenica 25 giugno alle meraviglie del Pianeta Terra. Il programma scaricabile in formato PDF: Welcome Summer Read More...
IMAGE Cronache Ipogee maggio nr. 5-2017
Domenica, 18 Giugno 2017
E' disponibile sul web il numero 5 - maggio 2017 della rivista elettronica "CRONACHE IPOGEE", il notiziario di informazione speleologica del Friuli Venezia Giulia. Il PDF con tanti interessanti articoli è scaricabile gratuitamente a questo link: Cronache Ipogee n.5-2017 (1,9 MB) Questo mese Cronache Ipogee si apre con un articolo firmato da Filippo (Felpe) Felici dal titolo: CONTINUANO LE ESPLORAZIONINELL'AREA CARSICA DEL COLCAVAS (CLAUT - PORDENONE) Buona lettura. Read More...
IMAGE Dopo circa 600 anni, per la prima volta il “Libro di luce” si rivela al pubblico al Maschio Angioino
Giovedì, 15 Giugno 2017
Al solstizio d’Estate il sole entra dal finestrone più grande, dal lato del cortile a ovest, nella sala dei Baroni di Castel Nuovo. Il raggio solare compie sulla parete opposta un arco di cerchio: man mano la luce si trasforma in un quadrato e poi in quella che sembra essere la sagoma di un "libro aperto", forse il libro della conoscenza, un’immagine più volte riproposta nel castello. E’ il 21 di giugno del 2016, ore 17:30, quando l’Associazione I.V.I. (Itinerari Video Interattivi) con Salvatore Forte, Francesco Afro de Falco e Annalisa Direttore fa notare che tale fenomeno viene riprodotto anche in alcune opere, quadri e monete del passato, come nel dipinto in cui è raffigurato proprio Alfonso V D'Aragona. Da qui si approfondiscono le ricerche e gli studi iniziati un anno prima. Per la prima volta nella storia, in occasione del solstizio d’Estate, dal 21 al 23 giugno 2017 (inizio alle ore 17:30), si aprono al pubblico i portoni di Castel Nuovo, detto Maschio Angioino, per mostrare live il “Libro di luce”, seguendo il fenomeno del sole e rievocando la storia di Alfonso. Un tour rievocativo, partendo da un’altra misteriosa immagine che compare nel portale d’ingresso del castello e nei ritratti di Alfonso: un libro aperto, colpito dai raggi del sole. Qual è il suo significato? “Esotericamente il libro aperto può rappresentare la conoscenza rivelata”, spiega Forte. “Non può essere un caso, quindi, il fenomeno del sole nell’antica sala del trono”. Sarà consentito scattare foto solo dai cellulari: sui social si possono utilizzare i due hashtag #ilgraalalmaschioangioino #librodiluce. Per partecipare all'evento (posti limitati), è necessario prenotare al numero 3273239843. La delibera: primo accordo, nel suo genere, a Napoli. La scoperta della presenza del Graal al Castel Nuovo, con l’apertura di luoghi finora mai esplorati al suo interno, è stato lo spunto per condurre da ottobre 2016 fino a luglio 2017 appassionati e curiosi in una realtà finora completamente ignota. Tutto questo è stato possibile grazie ad un accordo tra l’amministrazione comunale del Sindaco Luigi de Magistris e l’Associazione Culturale I.V.I., stipulato attraverso una specifica delibera proposta dall'assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele, per rendere fruibile uno dei luoghi simbolo della città con visite guidate ed eventi culturali, permettendo di realizzare opere di riqualificazione del sito storico di piazza Municipio con il ricavato delle attività svolte. Così l’Associazione I.V.I. si è occupata in questi mesi del progetto “Il Graal al Maschio Angioino”, in collaborazione con l’Associazione Timeline Napoli e gli speleologi di HyppoKampos Adventure, di cui è stata la capofila. La storia: il Graal e il "libro di luce" al Maschio Angioino. C’è chi ha inseguito il Graal tra fortezze in rovina nel Sud della Francia, chi lo ha associato a re Artù, chi lo ha identificato con una preziosa coppa appartenuta a una nobildonna spagnola. Tutti stregati dal mitico Graal: per la tradizione più popolare è il calice usato da Gesù nell’Ultima Cena, per altri racconti una pietra caduta dal cielo e, in altre diverse versioni , un oggetto dai poteri miracolosi, capace di dispensare potere e vita eterna. Ma le tracce del leggendario Graal portano a Napoli: al Maschio Angioino, in cui sono stati identificati complessi simboli, legati alla mitica coppa, e un misterioso “libro di luce” che appare su una parete della antica sala dei Baroni. Un vero e proprio messaggio cifrato lasciato da un sovrano spagnolo, arrivato in Italia da conquistatore nel XV secolo, convinto di essere il legittimo possessore del Graal: è Alfonso V di Aragona, conquistatore di Napoli nel 1442, il protagonista di questa storia. Il re avrebbe deciso di dedicare al Graal il Castelnuovo: la fortezza – voluta nel Duecento da Carlo I d’Angiò – che ricostruì dopo la conquista della città. Nel castello, lo studioso di simbologia ed esoterismo Salvatore Forte ha identificato diversi elementi che richiamerebbero il legame particolare del mitico calice con il sovrano spagnolo, ossia una serie di simboli legati al calice: un trono in fiamme, una giara-coppa e un libro disegnato dalla luce del sole in quella che era la sala del trono di re Alfonso, fenomeno che nessuno aveva finora descritto. “Re Alfonso era un uomo di cultura, amante dei classici e dei poemi cavallereschi, conosceva la leggenda del Graal nella versione del Lancillotto in prosa, un ciclo di romanzi in francese antico, scritti da autori anonimi nel XIII secolo. Vi si raccontava che Galahad, figlio di Lancillotto, fosse l’unico cavaliere così puro da poter occupare, senza esserne ucciso, il “seggio periglioso”, il tredicesimo trono della Tavola Rotonda di re Artù, destinato al solo degno di ritrovare la sacra coppa. Cosa che in effetti, secondo la leggenda, riuscì a fare – sostiene Forte – così come il sovrano spagnolo. Alfonso si sentiva un novello Galahad: volle quindi ricreare nella fortezza partenopea una simbolica analogia fra il cavaliere e se stesso, celebrando il diritto di governare il Regno di Napoli come Galahad aveva acquistato il diritto di sedersi sulla tredicesima sedia alla corte di re Artù”. E infatti il “seggio periglioso”, rappresentato come un trono con al centro una fiamma, è raffigurato nelle insegne del sovrano, sulle volte, sui pavimenti e nell’arco trionfale all’ingresso del Maschio Angioino. A Napoli, Alfonso indossò anche un’armatura decorata con tale simbolo-talismano. Senza contare che alla base del Balcone del Trionfo, da cui il sovrano si affacciava sul cortile del castello, è scolpita una giara, l’emblema dell’Ordine della Giara, fondato dal padre di Alfonso, Ferdinando “il Giusto”: era sì una delle onorificenze più importanti del regno, ma anche una coppa. Quella che Salvatore Forte, insieme a de Falco e Direttore, ipotizza potesse rappresentare appunto il Graal. "Ora possiamo completare il significato esoterico del castello napoletano - racconta Forte - attraverso la prova del Libro fiammeggiante, che gli rivela le leggi dell’universo, il re può sedersi sul “seggio periglioso” ed essere il cavaliere del Graal. Adesso, che ha conquistato la coppa, è degno di affacciarsi al Balcone del Trionfo (quello con sotto la giara), la cui forma di mezzo esagono ricorda il sigillo di Salomone: la stella a sei punte, formata da due triangoli intrecciati che rappresenta l’equilibrio tra materia e spirito. E dal quale il novello Galahad può riversare sapienza e forza nel mondo". Annacarla Tredici Read More...
IMAGE SIBYLLA il mistero della vergine oscura
Giovedì, 15 Giugno 2017
Dal 12.06.2017 e fino al 30.06.2017 sarà visitabile, nei saloni superiori della stazione Cumana di Montesanto, la mostra fotografica di Francesco Soranno titolata: "SIBYLLA il mistero della vergine oscura". Le immagini, una serie bianchi e neri, sono tutte realizzate tra il lago d'Averno e L'Acropoli di Cuma luoghi mitici dei Campi Flegrei dove il mito della Sibilla Cumana è presente e vivo ancora oggi. Gli orari di apertura della mostra, che è ad ingresso libero, sono: 10:00-12:00 e 16:00-18:00 Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del fotografo Francesco Sorano: www.flegreaphoto.it Click sulle immagini per ingrandire L'immagine simbolo della mostra L'invito da scaricare e stampare Read More...
IMAGE Campi Flegrei: storie, memorie, previsioni scientifiche
Martedì, 13 Giugno 2017
Il 16 giugno 2017, alle ore 10.00, nell'Aula Pessina (Università degli Studi di Napoli Federico II, (Corso Umberto I, 40) si terrà il dibattito: "Campi Flegrei: storie, memorie, previsioni scientifiche". Il programma dell'evento: SalutiGaetano Manfredi, Rettore dell’Università di Napoli Federico IIEnrica Amaturo, Direttrice del Dipartimento di Scienze socialiFrancesca Bianco, Direttrice dell’Osservatorio Vesuviano - INGV Gabriella Gribaudi, Dipartimento di Scienze Sociali - Esperienza e memoria della popolazione, 1970, 1983Maria Laura Longo e Stefania Chiarolanza - Le storieAnna Maria Zaccaria, Dipartimento di Scienze Sociali - Territori vulnerabili, rischio e resilienzeGiuseppe Luongo, professore emerito di Geofisica e Vulcanologia - Campi Flegrei: le crisi bradisismiche e la conoscenza scientificaRosella Nave, Osservatorio Vesuviano-INGV -  La percezione della pericolosità vulcanica ai Campi FlegreiChristopher Kilburn, direttore dell’Aon Benfield Hazard (ABUHC) University College, Londra - Le previsioni delle eruzioni vulcaniche e la comunicazioneEleonora Puntillo (giornalista), Claudio Correale (associazione Lux in Fabula-Pozzuoli) - La cronaca del 2 marzo 1970 (video a cura di Lux in Fabula) Partecipano al dibattito:Domenico Asprone, Dipartimento di Strutture per l'Ingegneria e l'ArchitetturaGabriella Corona, CNR-ISSMCinzia Craus, Piano di Protezione Civile del Comune di PozzuoliMichele Schiano di Visconti, Regione Campania Click sull'immagine per ingrandire La locandina scaricabile in formato PDF Read More...
IMAGE Sopra e sotto il Carso: il numero di maggio - 05/2017
Venerdì, 09 Giugno 2017
Ecco il numero di maggio 2017 della rivista digitale Sopra e sotto il Carso, la pubblicazione online del Centro Ricerche Carsiche "C. Seppenhofer”. Ecco l'indice di ciò che troverete questo mese sulla rivista: Un maggio tutto da ricordareMaggio: la nostra attivitàIntervista esclusivaIntervista all’Assessore Regionale all’Ambiente: Sara VitoŠkocjanske jame. Gita conclusiva del Corso per l’Università della Terza Età di Cormons “Il Carso e il fenomeno carsico”Škocjanske jame: diario fotograficoCampo di Bonis. È iniziato il lavoro di monitoraggio delle acqueTa pot celan jama, un viaggio nel tempoTercimonte: un paese e … una grottaSerate in compagnia di:Ciclo di conversazioni serali a tema speleologico, geologico, naturalistico, storicoAspetti geologici presso Monteprato (Nimis). Prime note finalizzate all’avvio del Progetto Monteprato 2.0.èStoria: Festival Internazionale della Storia, Gorizia 2017. Il Monte Calvario e le sue gallerieConcluso anche il Corso interno di Tecnica speleologicaAbbiamo le prove, tutti hanno superato il test!Alcuni suggerimenti per l’esecuzione e la restituzione grafica dei rilievi speleologici, finalizzati a prospettive e obiettivi carsologici non tenuti nella dovuta considerazioneSpeleocollezionistiIl rifugio speleologico: alcuni dati ed immaginiGli appuntamenti della speleologiaChi siamo. Sopra e sotto il Carso è disponibile sul sito del Centro Ricerche Carsiche "C. Seppenhofer Se non riuscite a scaricarlo dal sito ufficiale potrete prenderlo a questo link: Sopra e sotto il Carso 05-2017   Read More...
IMAGE Il bollettino n. 366 della SBE (Società Brasiliana di Speleologia)
Mercoledì, 07 Giugno 2017
E' disponibile sul web il bollettino 366, del 1 giugno 2017, della Società Brasiliana di Speleologia. In questo numero: iscrizioni aperte al 34º Congresso Brasileiro de Espeleologia; scaricabile online l'edizione speciale della rivista elettronica della SBE "Espeleo-Tema"; operazione di simulazione di soccorso speleologico; l'Inter TV, affiliata alla Rete Globo, realizza un reportage sulle grotte del "Parque Nacional Cavernas do Peruaçu"; studio sulla biodiversità delle grotte della Cina;... e tanto altro ancora. La rivista è disponibile a questo link: nr. 366 Se invece v'interessa visionare i numeri arretrati questo è il sito della Sociedade Brasileira de Espeleologia Buona lettura Read More...
IMAGE Offerte di lavoro nell'ambito naturalistico dei parchi italiani 30-05-2017
Martedì, 30 Maggio 2017
Parco Naturale Regionale Monti Simbruini Avviso Bandi di Servizio Civile Nazionale 2017 Il Presidente del Parco Enrico Panzini ed il Direttore Carlo Di Cosmo è con grande entusiasmo che annunciano che anche quest'anno il Parco dei Monti Simbruini avvierà diversi progetti di volontariato di Servizio Civile Nazionale rivolti ai giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni. Puoi accedere al Servizio Civile volontario se: ... Continua a leggere: tutti i dettagli sul sito Parcks.it Read More...

Gli scatti migliori

Il sottosuolo di Napoli

Ultimi post nel forum

Forum ExtraTopic

  • La dolce vita - Serata romana - da: NeandertalMan
    Era da tempo in programma ma non si vedeva la via di concretizzare questa nuova follia e così, proprio all'ultimo momento, decido di modificare i miei progetti, che questo sabato mi avrebbero...
  • Ancora un break per NUg - da: NeandertalMan
    Da domani e fino a sabato 12 agosto, mi prendo un nuovo break. Se riuscirò a trovare qualche connessione internet vi potrei anche postare qualche foto altrimenti ci risentiremo al ritorno....

Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons
Il sito www.napoliunderground.org non rappresenta una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Napoli Underground (NUg) è un'organizzazione indipendente che si occupa esclusivamente di esplorazioni, ricerche, divulgazione e informazione e non è collegata a nessuna delle tante associazioni che praticano turismo e/o visite guidate nella nostra città.

 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.
Visualizza direttiva e-privacy Documenti