Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Martedì 8 dicembre, approfittando della giornata festiva (Immacolata) e della propizia condizione metereologica, che ha interrotto un lungo periodo di tempo inclemente, abbiamo deciso di organizzare un'uscita con lo scopo di esplorare una nuova zona del Partenio: il monte Vallatrone a Summonte (AV).

L'escursione, pianificata dopo una veloce consultazione in rete che ha reso possibile anche il recupero di una traccia GPS per agevolare l'individuazione del percorso ottimale, ha avuto inizio dalla periferia di Summonte, piccolo centro sulle pendici orientali del Partenio, catena montuosa dell'Appennino Campano in Irpinia e più precisamente dal rifugio Urupetra a quota [m 742 s.l.m.m.] e si è sviluppata con un percorso ad anello della lunghezza di 10 km con un dislivello di circa 550 metri.

Dopo aver parcheggiato l'auto nel piazzale antistante il rifugio si inizia l'ascesa (coordinate sistema UMT WGS 84 - 33 T 478495 4533476) percorrendo, per circa 1.3 km, una comoda strada pavimentata in pietra. In successione ma sempre in salita si continua prima su una sorta di acciottolato per proseguire, con uno sterrato, fino alla Strada Vicinale Forcetelle [m 1240] (33 T 476738 4533999). Da questo punto, abbandonando il tracciato scaricato in rete, abbiamo proseguito lungo la strada asfaltata per circa 1.1 km in direzione nord per poi riprendere il sentiero sterrato che da quel punto piega verso est (33 T 476367 4534839). Poco dopo la deviazione si raggiunge la quota più alta dell'intero percorso [m 1274] che proseguirà prima in piano per poi iniziare la discesa che ci condurrà nuovamente al rifugio Urupetra.

Il tratto in discesa si è subito dimostrato il più impegnativo dell'intero percorso; il sentiero si stringe e, dopo l'unico punto panoramico affacciato sulla sottostante pianura, il sentiero comincia ad essere stretto e tortuoso mentre i segnali CAI (la doppia banda bianca e rossa) sono poco visibili per chi segue la traccia in senso orario mentre in senso opposto (salita) i segnali risultano essere meglio individuabili. La sorpresa più interessante si è presentata quasi alla fine della giornata. A circa 1.5 km dal termine un portale in pietra sormontato da uno stemma papale immette sul piccolo piazzale della chiesetta rupestre, le cui origini risalgono al XI secolo, dedicata a San Silvestro Papa (33 T 478109 4534681). L'attuale struttura consta della sola facciata che chiude due livelli: al piano terra la chiesetta e l'ingresso alla grotta nella quale è presente la fonte miracolosa e una vasca per il lavaggio dei fedeli mentre al primo piano dovrebbe essere conservata una campana di bronzo che nella tradizione è suonata dai pellegrini per segnalare la loro presenza alle genti del sottostante paese di Summonte. Le acque della sorgente sarebbero indicate per risolvere i problemi derivanti da malattie della pelle.

Lungo il percorso non sono disponibili approvvigionamenti di acqua potabile e pertanto è necessario dotarsi della quantità sufficiente ad affrontare l'intera escursione che può essere completata in circa 4 ore.

Le foto: Monte Vallatrone


Click sull'immagine per ingrandire

La traccia GPS per realizzare in autonomia la propria escursione è disponibile a questo link: Monte Vallatrone

Buone escursioni a tutti

Please login to comment
  • No comments found