• Trekking

  • Speleologia carsica

  • Speleologia urbana

  • Storia ed archeologia sotterranea

  • Ricerche

Calendario eventi

<<  Marzo 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

LogIn

Chi è online

Abbiamo 181 visitatori e nessun utente online

Statistiche

Utenti
62
Articoli
1646
Web Links
30
Visite agli articoli
2093668

Ultimi commenti

In bocca al lupo per questa nuova avventura. Conoscendovi so...
Antonio, nostro amico, ne ha individuato ancora un altro su ...
NeandertalMobile - Commented on Vandali al Tempio della Notte in Joomla Article
Andate a darci un occhio dentro perché mi viene il dubbio ch...
Vedere prima la meraviglia e poi la felicità negli occhi di ...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La primavera, con il clima mite che la caratterizza, è il periodo migliore dell'anno per cimentarsi in alcuni trekking particolarmente "tosti" che per la loro lunghezza e il dislivello da superare farebbero faticare eccessivamente nella calura del periodo estivo.

Quello che abbiamo affrontato nello scorso weekend è uno di questi: il sentiero dell'Avvocata. Una bella passeggiata, andata e ritorno copre circa 13.4 km, (noi con alcune deviazioni ne abbiamo percorso quasi 16) che con un dislivello di 835 metri conduce dalla frazione di Corpo di Cava (Cava de'Tirreni) al Santuario di Maria Santissima dell'Avvocata. Il primo tratto del sentiero, che sin dall'inizio s'inerpica con forte pendenza, è coperto da un crinale dei Lattari e solo dopo circa un'ora di marcia si apre con degli splendidi scorci sul mare di Cetara, Vietri e Salerno con i Monti Picentini a fare da sfondo.

Questo sentiero, in alcuni periodi dell'anno, è percorso da pellegrini che, in processione, si recano al Santuario di Maria Santissima dell'Avvocata per le messe. Lungo il percorso sono visibili "stazioni" di preghiera e delle lapidi (tre) poste a ricordo di alcuni fedeli che, nello sforzo del pellegrinaggio, hanno perso la vita proprio su queste montagne.

A circa un'ora dalla meta, scavalcato una cresta, la vista può spaziare su Amalfi e il blu cobalto del mare dell'omonima Costiera. Dal belvedere dell'abbazia si domina Amalfi, si intravede l'ingresso della Valle delle Ferriere, Pontone con i ruderi del Castello/Basilica di Sant’Eustachio e, in lontananza, Ravello con il famoso auditorium dell'architetto Oscar Niemeyer.

L'intero percorso, soste escluse, si compie in circa 5:30 ore e l'innegabile fatica è abbondantemente ripagata dalla bellezza dei panorami che notoriamente la Costiera Amalfitana è capace di regalare. Trekking assolutamente da fare.

Di seguito il link ad alcune foto realizzate durante l'escursione: Il Santuario dell'Avvocata

Il video: Il sentiero dell'Avvocata

La scheda dell'escursione con le tracce per il GPS e i waypoint dei punti di maggiore interesse: Il sentiero dell'Avvocata

Buone escursioni.

Please login to comment
  • No comments found

Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons
Il sito www.napoliunderground.org non rappresenta una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Napoli Underground (NUg) è un'organizzazione indipendente che si occupa esclusivamente di esplorazioni, ricerche, divulgazione e informazione e non è collegata a nessuna delle tante associazioni che praticano turismo e/o visite guidate nella nostra città.

 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.
Visualizza direttiva e-privacy Documenti