• Trekking

  • Speleologia carsica

  • Speleologia urbana

  • Storia ed archeologia sotterranea

  • Ricerche

Calendario eventi

<<  Maggio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

LogIn

Chi è online

Abbiamo 121 visitatori e nessun utente online

Statistiche

Utenti
72
Articoli
1792
Visite agli articoli
2988121

Ultimi commenti

NeandertalMan - Commented on Sotterranei dell'Arena Civica in Joomla Article
Grazie a voi la speleologia urbana ancora vive.
NeandertalMan - Commented on Sulle tracce del Gigante in Joomla Article
Complimenti! Siete fortissimi e, scusate, bonariamente avete...
I want to go there for a trek with my friends. The place loo...
Qualche fotografia la trovate sulla pagina FB diNapoli Under...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Campo Braca

La storia infinita

Capitolo cinque

La copertina è di Larry Ray e Jeff Matthews

Nuove amicizie e nuovi contatti furono il preludio di...

L’era delle esplorazioni - Nasce Napoli Underground

Durante la pausa di riflessione, dovuta sia allo scioglimento del sodalizio con il CSM sia alla momentanea carenza di compagni di avventure, cominciai a ripensare ad un progetto che, per opportunità, ero stato costretto ad accantonare: la creazione di un sito web che, oltre a diffondere le conoscenze acquisite sul sottosuolo napoletano, avrebbe potuto dare lo spunto alla nascita di una nuova community.
Parlai di quest’idea a mio figlio che era la persona più adatta (cresciuto tra i computer e al momento impegnato ad approfondire la sua passione presso la facoltà di Informatica). L’ipotesi fu accolta con entusiasmo e, dopo qualche settimana di ragionamenti su cosa e come realizzarlo, partorimmo la prima bozza di quello che poi sarebbe diventato Napoli Underground.
L’idea era principalmente quella di favorire, mediante la conoscenza delle informazioni, un maggiore interesse per la speleologia urbana che a Napoli, grazie all’enorme patrimonio ipogeo, avrebbe portato certamente a sviluppi positivi. A dire il vero ero anche convinto che trattando principalmente un argomento così specialistico (la speleologia urbana), il target a cui si sarebbe rivolto potesse essere estremamente limitato.
Preparammo e pubblicammo sul web la prima bozza del sito e, per come la penso era doveroso, convocammo una riunione con Clemente Esposito e il suo nuovo gruppo allo scopo di coinvolgere anche loro nella nostra iniziativa. A dire il vero l’entusiasmo fra i partecipanti non fu esaltante, furono molti di più i “se” e i “ma” che in ogni caso, anche per l’immediato appoggio di Clemente, portarono alla decisione di una loro adesione: avrebbero partecipato all’iniziativa mettendo a disposizione tutti i dati (foto, video, rilievi ecc.) in possesso del CSM.
Come già detto lo scopo dell’operazione era meramente culturale e nessuno ci guadagnava niente se non la speleologia.
Il sito fu strutturato in diversi blocchi: uno di notizie, uno di dati, e un forum attorno al quale sarebbe potuta nascere una nuova comunità di appassionati.
L’inizio fu un lavoraccio, trasformare in materiale gestibile attraverso il web la montagna d’informazioni che giaceva polverosa negli archivi del CSM sembrava un’opera ciclopica, migliaia di foto di cui fare le scansioni, centinaia di disegni da elaborare, video da trasportare in formato digitale e centinaia di appunti e scritti da rielaborare. Ma tanto non c’era nessuna fretta, non era un lavoro, non c’era nessun compenso e quindi nessuna data da rispettare. Settimana dopo settimana, mese dopo mese, il database interno al sito diventò sempre più corposo, le idee cominciarono a fiorire con nuovi progetti e le notizie a carattere speleo riempirono le pagine di Nug.
Dopo un inizio in sordina (i primi post restavano lettera morta) anche il forum cominciò a prendere vita. Le discussioni accese trovarono l’interesse di alcuni lettori dando vita alle prime domande ed ai primi dibattiti. La comunità muoveva i suoi primi passi. Era quello che speravo!
Non voglio tediarvi ancora con questa storia, l’ho raccontata solamente perché è attraverso il forum di Nug che ha preso vita il gruppo che oggi si dedica con passione alle nostre esplorazioni sotterranee.
Il primo a farsi vivo (accadde grazie ad una visita organizzata in concomitanza con il “maggio dei monumenti”) fu Ipogeo. Esperienze in Protezione Civile, curiosità e voglia d’avventura furono la molla che lo spinsero ad aderire a tutte le nostre successive iniziative. Il secondo, qualche mese più tardi, fu Zool (fotografo naturalista, appassionato di montagna e trekking) che ebbe il suo battesimo in nostra compagnia proprio a Campo Braca. Con me, NeandertalMan, eravamo in tre, il minimo indispensabile per dare vita ad un gruppo. Fu automatico. Le nostre uscite si divisero equamente tra le cavità artificiali (portammo tantissima gente nei cunicoli dell’acquedotto del Carmignano – Museo del sottosuolo) e la speleologia carsica riprendendo le nostre esplorazioni in quella che consideravamo ormai la nostra grotta personale: Campo Braca. Era passato qualche anno, le nostre esperienze cresciute e quella grotta con i suoi misteri era sempre là ad invitarci. Sarà stato l’entusiasmo dei nuovi arrivati, sarà stato che c’era la consapevolezza che fosse giunto il momento di dare una svolta, le nostre visite si fecero via via più frequenti. Il lago era sempre lì a sbarrarci la strada e così decidemmo di indirizzare le nostre esplorazioni verso l’alto alla ricerca di un passaggio alternativo che ci avrebbe fatto finalmente superare l’ostacolo.
La via da intraprendere era obbligata: un condotto in salita, proprio sulla sponda del laghetto, s'inerpicava scivolosamente verso l’alto. La direzione sembrava giusta e poi le precedenti e veloci incursioni fatte da quella parte davano buone speranze e, anche se non avevamo la certezza di superare l’ostacolo, certamente dei nuovi ambienti ci avrebbero accolto.

(Continua)...

Please login to comment
  • No comments found

Gli scatti migliori

Il sottosuolo di Napoli

Ultimi post nel forum

Forum ExtraTopic

  • La dolce vita - Serata romana - da: NeandertalMan
    Era da tempo in programma ma non si vedeva la via di concretizzare questa nuova follia e così, proprio all'ultimo momento, decido di modificare i miei progetti, che questo sabato mi avrebbero...
  • Ancora un break per NUg - da: NeandertalMan
    Da domani e fino a sabato 12 agosto, mi prendo un nuovo break. Se riuscirò a trovare qualche connessione internet vi potrei anche postare qualche foto altrimenti ci risentiremo al ritorno....

Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons
Il sito www.napoliunderground.org non rappresenta una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Napoli Underground (NUg) è un'organizzazione indipendente che si occupa esclusivamente di esplorazioni, ricerche, divulgazione e informazione e non è collegata a nessuna delle tante associazioni che praticano turismo e/o visite guidate nella nostra città.

 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.
Visualizza direttiva e-privacy Documenti