Giallo al Cimitero delle Fontanelle

Votazione Utente: / 12
ScarsoOttimo 
Notizie varie
Scritto da Selene   
Venerdì 08 Aprile 2011 18:24

Dopo neanche un anno dalla sua riapertura, il Cimitero delle Fontanelle chiuderebbe i battenti. La notizia è di poche ore fa ed è già giallo.

In un articolo de Il Mattino di oggi (08/04/2011) si afferma che l'interdizione al famoso ossario sarebbe stata causata da un gigantesco masso di 1.700 chili che dall'alto “è piombato al centro della cavità”.

Il crollo sarebbe avvenuto di notte, “all'alba di tre giorni fa”, quindi senza creare ulteriori danni. Sulle cause del cedimento il noto quotidiano afferma: “Nessuna ipotesi sulle cause del crollo, solo voci che si rincorrono. Ci sarebbe stato un intervento sulla collina che sovrasta l’antica cava trasformata in cimitero, sarebbe stato smosso il terreno che da secoli fungeva da filtro ed evitava che l’acqua aggredisse il tufo e lo indebolisse. L’unica certezza è che da qualche tempo le gocce d’acqua che, da sempre, cadevano nel cimitero delle anime pezzentelle, si erano trasformate in pioggia costante tanto da creare veri e propri laghetti sul pavimento. Qualche zona del cimitero era anche stata transennata ma non sembrava che ci fosse un pericolo così grande nell’aria.” Effettivamente un'infiltrazione d'acqua era osservabile all'interno della cavità già alla sua riapertura, ma poi scopriamo che in realtà il crollo sarebbe avvenuto in altra zona: “Il crollo si è verificato all’alba di tre giorni fa nella parte iniziale del percorso. Proprio quella dove c’è il casotto nel quale sono sistemati i guardiani e le guide, proprio l’area dove abitualmente c’è la maggior concentrazione di persone anche nei giorni in cui le visite sono scarse: chi arriva si ferma lì e aspetta. Una parte delle pietre cadute dalla volta ha materialmente colpito la garitta del personale”.

Un po' di confusione sul luogo del delitto, nessuna immagine probante, ma il quadro sembrerebbe essere chiaro se non fosse arrivata una diversa versione da un altro quotidiano partenopeo: Il Corriere del Mezzogiorno. E qui la situazione si complica...

Quest'ultimo afferma che in effetti un crollo ci sarebbe stato ma si tratterebbe solo di piccole pietre: “...Durante il vertice tecnico di oggi in Comune diverse immagini relative al crollo sono state prese in considerazione e si è riscontrato il cedimento di pietre grosse solo pochi centimetri, dovuto probabilmente ad alcune radici che scalfiscono la volta tufacea d'ingresso...”. Tant'è che si parlerebbe solo di una preventiva chiusura temporanea (forse meno di una settimana) per i controlli del caso. Naturalmente, prosegue il giornale, “la staticità delle volte del cimitero dovrà restare, ad ogni modo, sotto osservazione”. C'è sempre da fare i conti con la menzionata infiltrazione.

Il Corriere del Mezzogiorno correda l'articolo di alcune foto che proverebbero la reale entità del danno.

Noi ci auguriamo che il tutto si risolva presto e nel migliore dei modi, ma alcune domande sembrano lecite: cosa è realmente accaduto?

A chi giova tutto questo? Abbiamo noi cittadini il diritto ad una corretta e precisa informazione?

Speriamo che questa storia non sia una scusa per propagandare ulteriori privatizzazioni.

Ah, dimenticavo! Per dovere di cronaca il Comune di Napoli ha speso per rimettere in sesto la cavità (dati ufficiali reperibili sul sito dell'ente) Euro1.900.000,00 e non, come affermato in uno dei menzionati articoli, “circa quattro milioni di euro”.



L'articolo de Il Mattino:
http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=144783&sez=NAPOLI

L'articolo e le immagini del “crollo” da Il Corriere del Mezzogiorno:
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2011/8-aprile-2011/piovono-pietre-cimitero-fontanellechiuso-ma-riapre-una-settimana-190397729904.shtml

 

Commenti  

 
# NeandertalMan 2011-04-08 18:58
Sono rimasto anche particolarmente colpito da questa affermazione:

"Ci sarebbe stato un intervento sulla collina che sovrasta l’antica cava trasformata in cimitero, sarebbe stato smosso il terreno che da secoli fungeva da filtro ed evitava che l’acqua aggredisse il tufo e lo indebolisse."

...è la prima volta che sento dichiarare che le "pozzolane" (materiali piroclastici sciolti composte da sabbie, ceneri e lapilli) siano impermiabili ed in grado di isolare il sottostante banco tufaceo dalle infiltrazioni.

Ma di quali esperti parliamo? :D
 
 
# caret 2011-04-08 19:18
il giallo del tufo giallo :-?
 
 
# jaco 2011-04-08 21:02
Il Mattino ha l'oro in bocca...
 
 
# NeandertalMan 2011-04-09 07:51
Continuano ad arrivarci numerose richieste di informazioni ma, dopo i primi due contrastanti articoli pubblicati sulla stampa cittadina, non emerge ancora nessuna verità.
 
 
# Selene 2011-04-09 08:19
Delle due l'una: o mente il Mattino o la fonte del Corriere del Mezzogiorno (che a quanto pare dovrebbe essere lo stesso Comune di Napoli!)...
Ma un comunicato ufficiale dell'Amministrazione sarebbe troppo? E' mai possibile che sul sito web dell'ente partenopeo è ancora scritto che è possibile visitare l'ossario (www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4880)?
 
 
# Selene 2011-04-09 10:25
Le dichiarazioni dell'assessore Nicola Oddati sul Cimitero delle Fontanelle:
www.julienews.it/notizia/cronaca/le-dichiarazioni-di-oddati-sul-cimitero-delle-fontanelle/72901_cronaca_2.html
 
 
# NeandertalMan 2011-04-09 10:37
Finalmente una voce autorevole che ci informa su come si sono svolti i fatti.
 

English (United Kingdom)Italian (Italy)

Chi è online

 10 visitatori online

Statistiche

Membri : 1420
Contenuto : 5143
Indirizzi internet : 95
Hits visite contenuto : 8751682